RAMADAN 2021 - jayyd news

RAMADAN 2021

Mawlana Rumi – Il tavolo di Gesù

Marta Irene Franceschini

Rallegriamoci. Un mese santo e benedetto arriva in nostro soccorso. E’ il momento di aprire i nostri cuori e affondare i volti nel grembo materno di Dio. E’ l’occasione per tornare bambini: puri, innocenti ed affamati. L’infante non si chiede se la madre è presente, grida semplicemente il suo bisogno. Invoca il suo abbraccio, perché da lei sola dipende. Non riflette, non ragiona: piange.

A questo serve il digiuno. Non a dimostrarci quanto siamo bravi a rispettare le regole, a ubbidire ai precetti, a non infrangere i dogmi. Lo stomaco vuoto è un simbolo, non un espediente dietetico. Serve a ricordarci, ora dopo ora, la vera mancanza: il cibo dell’anima. Come disse Gesù, dopo quaranta giorni di digiuno nel deserto: “non di solo pane vive l’uomo”.

Gioiamo, dunque, perché siamo invitati ad attingere alla dispensa celeste. Il banchetto d’amore è servito. La fragilità della fame ci rende umili, e l’umiltà apre le porte all’incontro. Lasciamoci invadere dalla dolcezza della presenza divina, senza opporre nessuna resistenza. Abbandoniamoci al piacere della resa, sprofondiamo felicemente nel mistero, e dimentichiamoci di tutto il resto.

Dalle nostre labbra tremanti di desiderio, esca una sola parola: “Eccomi.” Amen.

Digiuno

C’è una dolcezza nascosta nel vuoto dello stomaco.

Siamo liuti, né più, né meno. Se la cassa armonica

è piena zeppa di cose, niente musica.

Se invece il cervello e la pancia sono ripuliti dal bruciante

digiuno, ogni momento una nuova canzone emerge dal fuoco.

La nebbia si dirada, e una nuova energia ti fa salire

di corsa i gradini davanti a te.

Svuotati e grida, come  gridano gli strumenti a fiato.

Sprofonda nel vuoto, e scrivi segreti con la penna sonora.

Quando sei pieno di cibo e liquidi, una brutta statua

metallica siede al posto del tuo spirito. Quando digiuni invece,

le buone abitudini si riuniscono come amici che ti vogliono aiutare.

Il digiuno è come l’anello di re Salomone. Non consegnarlo

alle illusioni perdendo il tuo potere,

ma anche se lo hai fatto, e hai perso tutta la tua volontà e il tuo controllo,

queste tornano a te quando digiuni, come soldati che spuntano

dalla terra, con gli stendardi che sventolano sopra le loro teste.

Un tavolo scende nel tuo capanno,

il tavolo di Gesù.

Cerca di vederlo, quando digiuni, questo tavolo

apparecchiato con altro cibo, migliore del brodo di cavoli.

***

Poco alla volta, svezzati.

Questo è il nocciolo di quello che ho da dirti.

Dall’embrione, il cui nutrimento proviene dal sangue,

passa all’infante che beve latte,

al bambino che mangia cibo solido,

al cercatore di saggezza,

al cacciatore di un più invisibile gioco.

***

Sii concentrato come un leone

nella ricerca di quello che è il tuo vero nutrimento.

Non farti distrarre da rumorose lusinghe

di nessun tipo.

***

Dio è contento quando il tuo amore comprende

di essere parte di un oceanico insieme

e comincia a muoversi col tutto.

***

Sono immerso nell’acqua dell’unione fino al collo.

Tu dici: fino al collo non è abbastanza!

Fai diventare piedi la tua testa, e discendi nell’amore.

Non c’è nessuna unione “fino al collo”.

***

L’unico vero riposo lo provi

quando sei solo con Dio.

***

Fai dimagrire il corpo e ingrassare lo spirito.

Riduci gli approvvigionamenti al tuo sé fisico.

I tuoi occhi spirituali cominceranno ad aprirsi.

Quando il corpo si svuota e tale resta,

Dio lo riempie di muschio e madreperla.

***

Il cibo degli amanti non è il pane,

ma l’amore per il pane.

***

Un grande silenzio mi sommerge,

tanto che mi chiedo come ho mai potuto pensare

di usare il linguaggio.

***

Ascoltami: per un momento,

smetti di essere triste. Guarda i doni

che fanno cadere i loro boccioli

tutto intorno a te. Dio.

***

Apri le tue mani

se vuoi essere sorretto.

Chiudi la tua bocca al cibo.

Gusta la bocca dell’amato nella tua.

***

Non temere.

Il desiderio aprirà una breccia.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *